Gli infissi e i serramenti in alluminio

In origine c'era il legno. Naturale, isolante, facilmente lavorabile e bello esteticamente, ha rappresentato per secoli il miglior materiale per porte e finestre. Con una buona e costante manutenzione, il legno dura a lungo ed offre i suoi indiscutibili vantaggi per infissi di tutti i tipi
Il suo svantaggio maggiore, oltre al costo non molto economico, è dovuto alla necessità di cure costanti, affinchè conservi le sue caratteristiche fisiche e le sue qualità pratiche.
In alcune zone di particolare rilevanza artistica o di decoro è l'unico materiale che può essere usato per le facciate principali degli edifici.
L'alluminio ed il PVC si sono affermati sempre più negli ultimi decenni, perchè capaci di unire alle ottime prestazioni, costi più accessibili e nessuna necessità di manutenzione, se non quella di una normale pulizia, nemmeno troppo impegnativa.
La differenza tra alluminio e PVC sta soprattutto nel fatto che l'alluminio è un metallo, il PVC è polivinile di cloruro, come dire una plastica, ma le prestazioni che entrambi i materiali riescono ad offrire si somigliano per molti aspetti.

Abbiamo visto che gli infissi ed i serramenti sono molto importanti in una costruzione, non solo dal punto di vista estetico, ma anche da quello strutturale.
La buona qualità degli infissi determina il valore di un edificio, poiché essa influisce sulla salubrità del luogo e sul dispendio, o sul risparmio, di energia, sia in inverno che in estate.
Quello che si richiede ad un infisso di qualità è che sia ben capace di isolare l'ambiente dagli sbalzi di temperatura, non lasciando entrare il freddo, ma nemmeno l'eccessivo caldo. Non è trascurabile il fatto che infissi e serramenti siano anche idonei ad offrire un buon isolamento acustico.

L'alluminio ha molte qualità. Possiamo riassumerle nelle seguenti:
- Grande leggerezza, che consente di creare vetrate molto ampie senza appesantire le strutture
- Grande resistenza, pur senza manutenzione particolare
- Ottima tenuta agli agenti atmosferici
- Buona offerta di possibili colorazioni
- Possibilità di abbinamento al legno
- Taglio termico.

A questo punto, può essere opportuno fare un breve chiarimento sulla differenza tra infissi e serramenti.
Anche se nel linguaggio comune i due termini vengono spesso usati come equivalenti, in realtà gli infissi sono le parti fisse che vengono ancorate in modo stabile ai vani. Sono i telai perimetrali sui quali vengono fissate le parti mobili, o le ante, come porte e finestre, tramite le cerniere. Su un infisso possono essere montate anche parti non apribili, come le vetrate o i pannelli.
I serramenti propriamente detti sono invece le parti, fisse o mobili, che chiudono i varchi. Il discorso vale sia per infissi e serramenti esterni che per quelli interni, che collegano i vari ambienti di un'abitazione o di un luogo di lavoro.

La scelta di infissi e serramenti in alluminio è sempre più frequente e si va affermando anche grazie ai continui progressi che la tecnologia compie per diminuirne gli inconvenienti e valorizzarne i pregi.
Se sul tema manutenzione e costi l'alluminio ha pochi antagonisti, bisogna riconoscere che non ha grandi rivali nemmeno per la semplicità di lavorazione, la duttilità e la possibilità di essere personalizzato a seconda delle esigenze di forme, grandezze e colori.
L'alluminio ha lo svantaggio di formare facilmente condensa a causa della sua conducibilità termica molto elevata.
La condensa è dovuta alla differenza di temperatura tra ambiente esterno ed interno ed è rappresentata dalla formazione di minuscole goccioline d'acqua che si depositano sulla superficie.
La formazione di vapore e quindi di condensa è pressoché inevitabile in una casa abitata. Questo fenomeno porta alla formazione di muffa, che non solo è esteticamente brutta da vedere, ma anche non salutare per l'organismo umano. Arieggiare spesso gli ambienti è opportuno e benefico e serve a limitare il problema, ma anche infissi e serramenti possono fare la loro parte per migliorare la situazione.
Il taglio termico studiato per porte e finestre in alluminio si basa sul principio di interruzione del ponte termico e quindi evita in modo significativo la formazione di condensa.
Negli infissi in alluminio il taglio termico consiste nel praticare un taglio nelle sezioni, inserendo materiale isolante o profili in poliammide. Il taglio interrompe la conduzione termica tra l'esterno e l'interno e di conseguenza diminuisce la dispersione termica. Questo significa anche un sostanziale risparmio energetico, non solo durante l'inverno, ma anche quando d'estate sono accesi i condizionatori.
Gli infissi in alluminio a taglio termico, detti profili caldi, al contrario degli infissi in alluminio tradizionali che sono definiti freddi, abbinati a vetri adatti e dotati di proprietà isolanti, contribuiscono anche alla riduzione dell'inquinamento acustico.
Questo dettaglio, soprattutto in alcune zone trafficate o rumorose per diversi motivi, è tenuto in conto per stabilire il valore di un infisso e, di conseguenza, di un immobile.

Per le ampie vetrate che spesso sono utilizzate dai designers per dare personalità e luminosità agli appartamenti moderni o per valorizzare ambienti esterni particolarmente piacevoli da vedere, l'alluminio si rivela essere il materiale più indicato. Infissi e serramenti in alluminio sono infatti molto leggeri e si prestano alla realizzazione di grandi aperture con profili minimali.
L'alluminio è anche estremamente personalizzabile, quindi ogni genere di infisso con serramenti può essere realizzato in questo metallo.
Le classiche ante a battente, ma anche porte e finestre scorrevoli, o ancora con apertura vasistas, a ribalta, a bilico, saliscendi o a libro, sono tutte realizzabili agevolmente in allumino.
Sempre grazie alla sua duttilità e leggerezza, l'alluminio è utilizzato anche per scuri di finestre, persiane ed avvolgibili. In aggiunta alle finestre in alluminio, queste ulteriori protezioni aumentano le capacità di isolamento termico ed acustico ed anch'esse non temono le aggressioni degli agenti atmosferici.

Altra innovazione molto importante che ha contribuito in modo sostanziale alla diffusione dell'alluminio per la realizzazione di infissi e serramenti è l'ideazione del legno - alluminio.
Se l'aspetto, seppure non antiestetico, ma comunque non paragonabile alla bellezza ed al calore del legno, era uno dei motivi per cui la scelta dell'alluminio era fonte di perplessità ed incertezze, con l'avvento del legno - alluminio questo pretesto viene a mancare.
Porte e finestre in legno - alluminio, o alluminio - legno (il materiale citato per primo sta ad indicare quello di cui si fa uso prevalente) utilizzano entrambi i prodotti per ricavare da ciascuno i pregi migliori.
Il legno offre l'estetica piacevole, è un elemento che si abbina con ogni tipo di arredamento ed è un buon isolante termico ed acustico; inoltre non si surriscalda in estate e non favorisce la condensa. L'alluminio offre una buona resistenza meccanica e, utilizzato sulla parte esterna, garantisce la tenuta agli agenti atmosferici, senza necessità di manutenzione.
Le differenti caratteristiche, unite insieme, danno vita ad un materiale nuovo, innovativo e funzionale.
Una nuova possibilità di scelta per infissi sempre migliorati in prestazioni ed estetica.

Tra i maggiori pregi dell'alluminio utilizzato nella produzione di infissi e serramenti abbiamo apprezzato la quasi assente necessità di manutenzione.
Indubbiamente questo è un grosso vantaggio sia in termini di costi, poichè la manutenzione del legno richiede invece prodotti specifici da applicare regolarmente, sia per quanto riguarda l'impegno ed il tempo da dedicare ad essa.
Per pulire infissi e finestre in alluminio, una o due volte l'anno a seconda del grado di inquinamento atmosferico del luogo, basta passare con un panno inumidito in acqua e detersivo neutro.
Nelle zone molto vicine al mare, dopo lunghi periodi di siccità, può essere utile lavare gli infissi in alluminio per eliminare la salsedine in eccesso, che tende a corrodere il materiale.
Da evitare solventi, acidi e alcool, oltre ad oggetti appuntiti e affilati.
L'unica manutenzione che porte e finestre in alluminio richiedono è una periodica controllata alle guarnizioni. Esse vanno semplicemente trattate con uno spray apposito oppure con vaselina. Quando sono molto usurate, o indurite, si sostituiscono con guarnizioni nuove, che garantiscono la perfetta tenuta dell'infisso. Bisogna ricordarsi di lubrificare periodicamente cerniere e serrature.

Un cenno va fatto all'aspetto dello smaltimento e del riciclaggio. L'alluminio è un metallo che si può riciclare all'infinito, senza che modifichi le sue caratteristiche. Questo lo rende un amico dell'ambiente poichè, grazie al riciclaggio, si risparmia una gran quantità di energia che altrimenti sarebbe necessaria per la sua produzione dalla materia prima. Tra l'altro, l'Italia è il primo produttore europeo di alluminio riciclato.

Nella scelta degli infissi in una nuova costruzione o per la sostituzione di vecchi serramenti e telai, sicuramente l'alluminio va considerato come materiale che si presta con molte buone caratteristiche. E' un elemento nuovo che si aggiunge a quelli già consolidati e le sue prestazioni sono state costantemente migliorate, fino ad averlo reso decisamente competitivo.
Infissi e serramenti spesso accompagnano per buona parte della vita e, considerando la loro influenza sulla qualità di un ambiente, conviene sceglierli con attenzione.