Gli infissi e i serramenti in alluminio. La migliore scelta!

Gli infissi in alluminio riescono ad offrire numerosi vantaggi rispetto agli infissi realizzati con altri materiali, e possono essere acquistati a costi moderati.
L’alluminio è un metallo particolarmente malleabile, leggero ed è presente sul nostro pianeta in grandi quantità. La sua estrema duttilità rende più semplice la realizzazione di profilati in qualsiasi forma e grandezza. I serramenti in alluminio si prestano ad essere inseriti sia in abitazioni dallo stile moderno che in palazzi storici di gran pregio.

L’alluminio non esiste in natura allo stato libero, ma viene estratto da minerali compositi. È il terzo materiale più abbondante sulla terra dopo l’ossigeno e il silicio. Viene estratto quasi esclusivamente dalla bauxite che, sottoposta a processi particolarmente complessi, permette di ottenere l’ossido di alluminio noto anche col nome di allumina. L’allumina, attraverso la reazione provocata dall’elettrolisi, viene trasformata in alluminio puro. In media da quattro chili di bauxite si ottiene un chilo di alluminio pronto per essere adoperato per gli scopi più diversi.
L’alluminio utilizzato per costruire gli infissi viene legato al silicio e al magnesio per incrementare al massimo le sue proprietà fisiche. Infatti la lega ottenuta offre una maggiore resistenza alla trazione, paragonabile per certi aspetti a quella dell’acciaio.

La lega di alluminio ha un basso coefficiente di corrosione e può essere lavorata facilmente con ogni tecnica. Ha una densità pari a un terzo di quella del ferro e offre una tenuta eccellente al vapore.
In fase di smaltimento gli infissi in alluminio non producono inquinamento perché il metallo di cui sono fatti i profili è completamente riciclabile. La qualità iniziale dell’alluminio non varia con il riciclaggio e il materiale può essere ulteriormente adoperato per una moltitudine di scopi.

L’allumino viene comunemente adoperato in numerosi campi d’applicazione, come ad esempio nel settore costruttivo e nell’arredamento contemporaneo.
A fronte di numerosi vantaggi, però, questo materiale presenta uno svantaggio abbastanza importante, che riguarda la sua conducibilità termica. L’alluminio è noto per essere un ottimo conduttore naturale e questa caratteristica non gli consente di offrire una buona capacità di isolamento termico. L’alluminio ha un valore di conducibilità termica pari a 200 W/m2K ed è proprio per questa ragione che nel corso degli anni è stato necessario sviluppare una nuova tecnica costruttiva di infissi e serramenti, in grado di aggirare questa problematica fastidiosa. Si è infatti passati dal cosiddetto profilo freddo a quello a taglio termico, nel quale la parte esterna del profilo viene isolata da quella interna interponendo fra le due parti un listello di policarbonato o poliammide. Entrambi questi materiali hanno una scarsa conducibilità e di conseguenza abbassano i valori della trasmittanza termica del telaio in alluminio, arrivando a una conducibilità inferiore al 2 W/m2K. Questo accorgimento consente di ottenere serramenti in alluminio e infissi in alluminio, che non solo riescono a isolare perfettamente dal punto di vista termico l’interno con l’esterno dell’edificio, ma permettono anche di ottenere una migliore protezione dai rumori provenienti dall’esterno.

Quasi la totalità degli infissi in alluminio e serramenti in alluminio, che attualmente vengono immessi sul mercato, sono stati realizzati con la tecnica costruttiva del taglio termico. Inoltre, per ottenere una migliore stabilizzazione del materiale, amplificando le caratteristiche di isolamento, i manufatti vengono sottoposti ad un’apposita verniciatura. Per migliorare le caratteristiche tecniche dei serramenti in alluminio alcuni adottano il sistema del giunto aperto. Con questa metodologia costruttiva è possibile eliminare totalmente la guarnizione ubicata sull’aletta del telaio, perché la tenuta stagna del serrame si ottiene grazie a una guarnizione posizionata centralmente che separa in due parti la camera esistente tra i profili e una parte è comunicante con l’esterno. La camera in questione ha una pressione identica a quella esterna e per un semplice meccanismo di tipo fisico permette la completa evacuazione dell’acqua che normalmente si riesce a infiltrare. La guarnizione centrale è fatta con un elastomero termoplastico ed è collocata proprio sul battente per incrementare il coefficiente di isolamento acustico.
Gli infissi in alluminio non richiedono particolari interventi di manutenzione per essere sempre efficienti e esteticamente impeccabili. Basta solo eliminare lo sporco che si accumula sopra i profilati pulendolo di tanto in tanto con un panno inumidito di sola acqua.

Le nuove tecniche di lavorazione hanno permesso la creazione degli infissi in alluminio legno, che prevedono l’utilizzo del legname nella parte interna all’edificio mentre l’alluminio viene utilizzato per rivestire i profili esterni. In questo modo la parte più esposta all’azione deleteria degli agenti atmosferici non intaccherà minimamente la superficie dell’alluminio, che preserverà la parte in legno pressoché intatta.

In fase d’acquisto di un infisso in alluminio deve essere considerata anche la qualità del vetro che viene inserito fra i profilati. Il vetro ha un ruolo fondamentale per quel che concerne l’isolamento termico e di conseguenza anche il risparmio energetico relativo al condizionamento in estate e al riscaldamento nella stagione invernale.
Se gli infissi in alluminio o i serramenti devono essere situati in luoghi caratterizzati da inverni particolarmente rigidi è meglio optare per vetri a basse emissioni, che rispettino a pieno la normativa EN 673. Essi rappresentano la migliore scelta per ottenere un isolamento eccellente degli ambienti interni dal freddo e consentono di ridurre la spesa per il riscaldamento addirittura del 30%.
Invece, se si desidera acquistare serramenti da istallare in zone caratterizzate da estate lunghe e torride, è opportuno orientare la propria scelta su vetri riflettenti o assorbenti, in grado di dissipare il calore emanato dall’irradiazione solare. I vetri assorbenti permettono di mantenere i locali interni al riparo dalla canicola estiva, risparmiando sui costi relativi al condizionamento e possono essere adoperati ovunque senza limitazioni. I vetri riflettenti offrono gli stessi vantaggi, ma non possono essere utilizzati fronte strada per ovvie ragioni relative alla sicurezza degli automobilisti, che potrebbero rimanere abbagliati dalla luce riflessa.

I serramenti in alluminio di buona qualità devono essere in grado di isolare alla perfezione l’ambiente esterno da quello interno, sia dal punto di vista termico che acustico. Ovviamente si dovrà preventivare una spesa superiore rispetto ad infissi di basso pregio, ma nel corso del tempo questa differenza di prezzo verrà attutita dal risparmio energetico ottenuto in bolletta.
Dato che in questi ultimi dieci anni i furti nelle abitazioni sono aumentati in maniera esponenziale, è consigliabile scegliere serramenti con serrature certificate a prova di scasso e dotati di vetri anti effrazione.

Altro aspetto da non sottovalutare è l’aspetto estetico. Un infisso in alluminio di ultima generazione non solo offre il massimo della funzionalità a prezzi altamente concorrenziali, ma può essere acquistato con finiture eleganti che possono essere abbinate ad arredamenti dal gusto classico.

Se si desidera sostituire i vecchi infissi con nuovi serramenti in alluminio, non è necessario richiedere alcuna autorizzazione, in quanto la legge a riguardo fa rientrare questi interventi nella categoria degli interventi di manutenzione ordinaria. Questa regola ha validità solo se si adopera la stessa tipologia e dimensione delle precedenti finestre o porte. Se invece si ha l’intenzione di modificare le finiture degli infissi, oppure il loro dimensionamento, si rientra nell’ordine degli interventi straordinari e per poter iniziare i lavori diviene imprescindibile richiedere la Dia nel comune di appartenenza. Inoltre, a lavoro concluso, dovrà essere notificata al comune tempestivamente la data di fine intervento.

Gli infissi in alluminio vengono abitualmente montati nei negozi che hanno la necessità di chiudere grandi aperture senza però togliere la luce agli spazi interni. L’alluminio ben si presta per la realizzazione di grandi infissi grazie al suo basso peso specifico. Non sarebbe possibile realizzare grandi infissi con materiali di altra natura come ad esempio il legno.
Il prezzo di mercato, altamente concorrenziale, degli infissi in alluminio ha favorito la loro diffusione su larga scala in questi ultimi dieci anni. Le nuove tecnologie hanno permesso di lavorare sulla funzionalità e sull’estetica di questa tipologia di serramenti fino ad ottenere elevate prestazioni sia dal punto di vista funzionale che estetico.

Attualmente gli infissi in alluminio possono essere inseriti anche nei centri storici delle città più antiche, se vengono verniciati con tinte a imitazione delle essenze legnose tradizionali.
Negli anni settanta è stato fatto un abuso di questi infissi e, dato che in quel periodo i serramenti ancora non erano progettati con un’attenzione particolare alla loro apparenza estetica, è tuttora possibile vedere brutti serramenti in alluminio, soprattutto nell’edilizia popolare. I primi serramenti in alluminio spesso sono sprovvisti del taglio termico e non offrono un buon isolamento contro la calura estiva né contro il freddo. Essi costituiscono una fonte cospicua di inutile dispendio energetico e andrebbero sostituiti in tempi brevi con serramenti in alluminio di uguali dimensioni, ma costruiti con tecniche più moderne. Solo così facendo si riuscirebbe a ottenere un risparmio energetico elevato stimabile attorno al 50%! Inoltre adottando infissi in alluminio migliori si può accedere alle detrazioni fiscali previste per legge.